“Noi, Bibì e Bibò della fantasia con il gusto del cazzeggio”

Renzo Arbore - “Erano gli anni delle contestazioni, lo slogan era ‘una risata vi seppellirà’. Ma le uniche risate erano le nostre”
“Noi, Bibì e Bibò della fantasia con il gusto del cazzeggio”

Ah! Il Fatto, il suo giornale. Gianni si compiaceva quando usciva un suo pezzo, che era sempre di fantasia. Non si basava mai sull’attualità, inventava. Ecco, questa è la cosa che dirò oggi alla camera ardente in Rai: la sua dote era la fantasia”. Renzo Arbore è appena stato a casa di Boncompagni, ha abbracciato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.