No al risarcimento per Passamani. Negata l’ingiusta detenzione

No al risarcimento per Passamani. Negata l’ingiusta detenzione

Dallo Stato che combatte voleva un risarcimento per l’ingiusta detenzione, ma per due volte la Corte d’appello di Trento prima e poi la Cassazione hanno respinto la domanda di Massimo Passamani, esponente di spicco dell’anarco-insurrezionalismo italiano. Il 27 agosto 2012 Passamani e altri sette anarchici di Rovereto erano stati arrestati. La procura di Trento, nell’inchiesta […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.