No al calcio moderno. No alle pay tv. Viva la Champions

Il nostalgico disprezza il pallone degli ultimi vent’anni, ma - alla fine, a denti stretti – è costretto ad ammettere: come in queste partite si gioca solo in altre galassie
No al calcio moderno. No alle pay tv. Viva la Champions

Il compagno Antonio (Antonello Fassari) si addormentò nel 1973, dormì 20 anni e si risvegliò nello studio di Avanzi nel 1993. Vestito così come si era assopito, eskimo e tascapane, capello lungo, baffi e occhiali. A Serena Dandini il triste compito che i medici non avevano avuto il coraggio di assumersi: svelare al povero Antonio, […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.