Nikulin, il pirata del web che può inguaiare Trump

L’hacker arrestato nel 2016 estradato negli Stati Uniti, Mosca indispettita
Nikulin, il pirata del web che può inguaiare Trump

Lo voleva Mosca, lo voleva Washington. Per le strade di Praga, tra orde di turisti europei ed asiatici, souvenir kitch di Bohemia e mazze da selfie, c’era il pluri-ricercato hacker Yevgeny Nikulin, 30 anni, cittadino russo. È stato arrestato in uno dei ristoranti con la scritta reserved in tutte le lingue sul tavolo, tovaglia a […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.