» Storie d'Italia
venerdì 29/07/2016

Nietzsche rompe col mito: “Wagner mi ha offeso”

Nelle lettere i tormenti del filosofo contro tutti
Nietzsche rompe col mito: “Wagner mi ha offeso”

La sera del 20 dicembre 1882 Friedrich Nietzsche scrive furiosamente una lettera nella sua stanza all’Albergo della posta davanti al mare di Rapallo. “Ho appena preso – per disperazione – un’enorme dose di oppio”, scrive ai due destinatari. Si tratta dell’amico Paul Rée e della giovane russa Lou von Salomé, conosciuta ad aprile dentro la […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Commenti

Penati, Bussolati e quell’inesistente assoluzione

Storie d'Italia

Basta cimeli fascisti. Da Bologna l’idea contro i nostalgici

Varese 1961, l’ultimo rogo dei libri “proibiti” in Italia
Storie d'Italia
La condanna al falò

Varese 1961, l’ultimo rogo dei libri “proibiti” in Italia

di
“Cuccia non capì la grandezza di Olivetti. E il gioiello si sfaldò”
Storie d'Italia
Il libro del banchiere

“Cuccia non capì la grandezza di Olivetti. E il gioiello si sfaldò”

di

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×