Niente panico, siamo inglesi. Da Cardiff a Roma senza imprevisti

Il viaggio - Il ritorno in Italia nella notte: “In aeroporto massima calma e organizzazione”
Niente panico, siamo inglesi. Da Cardiff a Roma senza imprevisti

Aeroporto di Heathrow, Londra, 05.30 del mattino di domenica: dopo una notte attraverso le paure dell’Europa, e la responsabile efficienza dei sudditi di Sua Maestà, provo ad infilare il passaporto nel lettore automatico: una diavoleria introdotta anche in Italia, che affida ad un pc il compito di capire se tu sei davvero quello della foto. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.