Niente app, siamo in Romagna: il sesso a pagamento viaggia su biglietti da visita

Spaventate dalle multe fino a 10 mila euro le prostitute tornano all’antico
Niente app, siamo in Romagna: il sesso a pagamento viaggia su biglietti da visita

Mentre spopolano app e social per incontri a luci rosse, a Rimini le prostitute vanno in controtendenza e ritornano ai biglietti da visita. Stampati ad hoc con tanto di indirizzo che portano ad appartamenti nelle limitrofe vie del lungomare e prestazioni offerte. Spaventate dalla recente ordinanza emanata dal sindaco Andrea Gnassi, che prevede fino a […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.