“Nessuna richiesta indecente. La donna qui è di alto profilo”

“Nessuna richiesta indecente. La donna qui è di alto profilo”

Non chiedetegli perché si è iscritto. Come tutti gli avventori di Tinder, anche Roberto risponde: “per caso, un’amica mi ha spinto a farlo”. Giovane, ma non troppo, rimasto single da poco R. accetta di iscriversi per “curiosità”. Alla mezza bugia segue la verità e confessa che si tratta di “un mezzo molto semplice e sbrigativo. […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.