Nelle terre di Hofer, “direttore d’orchestra” in stile Trump

Austria - L’ultranazionalista favorito nel ri-voto presidenziale di oggi conferma le promesse di una politica muscolare e anti-Bruxelles
Nelle terre di Hofer, “direttore d’orchestra” in stile Trump

Ecco l’Austria di frontiera, il vivaio del nazionalismo populista che oggi, al ballottaggio, potrebbe consacrare nuovo presidente federale il baldo ingegnere aeronautico Norbert Hofer, candidato della destra più radicale, l’uomo forte di un Paese diventato piccolo che vuole tornare grande, se non per estensione, per influenza politica. Durante tutta la campagna elettorale ha sempre lasciato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.