» Cronaca
giovedì 15/12/2016

Nadir e il jihad, terrorista per disperazione

Reclutato - Nelle carte dell’indagine milanese la deriva verso l’Isis del marocchino definito dal pm “fragile e influenzabile”
Nadir e il jihad, terrorista per disperazione

Nadir il solitario coltiva l’odio. Nadir, l’orfanotrofio e un padre imam che non lo ama. Nadir, il Corano e la radicalizzazione. Che sedimenta davanti al pc, dentro a un appartamento popolare nel quartiere di San Siro, il più islamico di Milano. Eppure Nadir non ha amici. Lavora, da un centro commerciale all’altro. Discute, litiga, minaccia. […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Cronaca

Cacciato dall’Italia, ma in Argentina “il don fa il pedofilo”

Cultura

Colosseo, indagine sulla grande mangiatoia

Ma la scuola deve ascoltare le mamme
Cronaca
Il commento

Ma la scuola deve ascoltare le mamme

di
Il bambino ucciso dal vetro e il pm che rinuncia al processo
Cronaca
La storia

Il bambino ucciso dal vetro e il pm che rinuncia al processo

di

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×