Muti, ritorno alla Scala: il genio pigro di cui nessuno osa più parlar male

Dirigerà la Chicago Simphony Orchestra. Abbado venne con l’ensemble di Lucerna: due umiliazioni per i milanesi
Muti, ritorno alla Scala: il  genio pigro di cui nessuno osa più parlar male

Da quando nel marzo del 2005 Riccardo Muti lasciò la carica di direttore musicale della Scala sul podio milanese si sono succeduti, con l’eccezione di Esa Pekka Salonen, solo direttori musicalmente scadenti, a cominciare dai due successori, Daniel Barenboim e l’attuale, Riccardo Chailly. Ben vero, anche durante il regno del maestro molfettese nato a Napoli […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.