Muraro come Carlo Verdone

Muraro come Carlo Verdone

Ma ‘sto fiume ve piace o nun ve piace? Ci serve o non ci serve?”. Pare di sentirlo, il Carlo Verdone di Gallo Cedrone, mentre da candidato allo sbaraglio arringa una folla davanti al Tevere. Parecchi anni dopo, ecco l’assessore all’Ambiente del Comune di Roma, Paola Muraro, che restituisce un senso a quelle parole. Perché […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.