“Moretti era il capo di Rfi”. La strage di Viareggio è sua

Le motivazioni - In oltre mille pagine i giudici del tribunale di Lucca spiegano le responsabilità dell’allora ad nell’incendio del convoglio
“Moretti era il capo di Rfi”. La strage di Viareggio è sua

Le deleghe non contano. Anche i vertici della Rete ferroviaria italiana (Rfi) hanno delle colpe gravi sull’incidente di Viareggio, quando il 29 giugno 2009 un treno merci con quattordici carri cisterna contenenti Gpl deragliò provocando un enorme incendio che uccise 32 persone. D’altronde Mauro Moretti, amministratore delegato di Rfi fino al settembre 2006 e il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.