Molti titoli, pochi nomi. E in lizza per i premi c’è solo un italiano

La kermesse è partita ieri. Tra i richiami internazionali il nuovo di Eastwood
Molti titoli, pochi nomi. E in lizza per i premi c’è solo un italiano

Torino Film Festival, al via ieri sera al Lingotto la 34ma edizione, diretta da Emanuela Martini. Fino al 26 novembre, 158 lungometraggi in cartellone, con due rischi calcolabili: il gigantismo di titoli, il “pauperismo” di ospiti. In mezzo scorre un festival che ha dimostrato come un altro modello, quello metropolitano, è possibile anche da noi: […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.