Mollica appeso al genio cinico di “Non me rompe er ca”

In queste notti d’estate anche Vincenzo Mollica esce dal bioparco del Tg1 fatto di entusiasmi e superlativi (Mollica è notoriamente un pezzo di pane; anzi, di marzapane). La passione per il fumetto lo spinge in cerca di supereroi in carne e ossa, con cui ripercorrere la storia dello spettacolo. In circolazione non ne sono rimasti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.