» Commenti
lunedì 11/12/2017

Molestie, il puritanesimo Usa ora punta al bersaglio Trump

I democratici scaricano il promettente senatore Al Franken e non esitano a bruciare i loro uomini migliori per marcare una diversità morale dai Repubblicani e alzare la temperatura etica della nazione, pensando al 2020

Aggiungendo simboli a simboli, bisogna partire dalla constatazione che il senatore democratico Al Franken, che ha appena annunciato le dimissioni dal seggio a Washington a seguito delle accuse mosse da una mezza dozzina di donne per molestie sessuali (da lui negate), col suo gesto ha chiuso il cerchio dell’emergenza nazionale che ha investito l’America. Perché […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Storie

Integrazione, la proposta del Campidoglio

Commenti

Il cattofascismo ungherese di Orbán che restaura una chiesa italiana

Commenti

Carcere, la riforma non è per i boss

di

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×