Miracolo Butterfly: sogni, dimissioni e politici spariti

Quattordici minuti di applausi per la prima di Madama Butterfly, non si sa se per la direzione di Riccardo Chailly, per l’interpretazione di Maria José Siri o per l’assenza della classe politica, che ama mostrarsi in smoking fingendo una volta l’anno quell’amore per la cultura che negli altri 364 giorni viene smentito (al confronto, Pinkerton […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.