Milano ore 12: l’asfalto ci brucerà il volto e le mani

Ho scovato un componimento poetico autografo dell’ingegnere Leonardo Sinisgalli, grande poeta lucano che ebbe la (s)ventura negli anni Trenta di abitare a Milano per qualche tempo. La poesia si intitola Pianto antico, comincia così: “I vecchi hanno il pianto facile/In pieno meriggio/In un nascondiglio della casa vuota/Scoppiano in lacrime seduti/Li coglie di sorpresa/Una disperazione infinita…”. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.