Milan, la disastrosa gestione B. Così il cinese ha salvato Fininvest

L’esclusione dall’Europa League non è colpa di Mister Li: dal 2014 al 2016 il club rossonero gestito dai Berlusconi ha cumulato perdite record per 260 milioni
Milan, la disastrosa gestione B. Così il cinese ha salvato Fininvest

Per capire al di là della stretta cronaca il disastro Milan e il ginepraio in cui il club si è venuto a trovare tra proprietari inaffidabili e sanzioni Uefa, occorre riavvolgere il nastro e tornare alle origini. C’è un peccato originale infatti che ha messo la società calcistica e il suo enigmatico compratore Yonghong Li […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.