Migranti, se non muoiono arrivano due volte

Caro Furio Colombo, quasi ogni giorno leggo due storie diverse sui migranti del Mediterraneo. Nella prima storia voci addolorate e partecipi raccontano di migliaia che muoiono in mare e di decine di migliaia che languono in spaventosi lager libici dove sono abituali le sevizie su donne e bambini. La seconda storia, di fiduciosa fonte governativa, […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.