“Mi è presa la tachicardia, adesso sono pronto a morire allo stadio”

Dopo la vittoria della Roma contro il Barcellona in Champions, ha pubblicato un video: “Non mi regge la pompa”
“Mi è presa la tachicardia, adesso sono pronto a morire allo stadio”

Carlo Verdone, oggi come sta la “pompa”? Per fortuna ha retto, ma è stata dura. Durissima. E non solo per me: non c’è stato un amico, e dico uno, che non mi ha chiamato per problemi di tachicardia. (Carlo Verdone non è tifoso romanista, “è de più”; così dopo la vittoria giallorossa contro il Barcellona […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.