Mercati all’ingrosso, la Madia rischia di farli finire alle mafie

Nel taglio delle partecipate una norma impone la chiusura o l’accorpamento alle società con meno di un milione di fatturato. I centri alimentari sono il 90%
Mercati all’ingrosso, la Madia rischia di farli finire alle mafie

Sotto la tagliola escogitata con la legge Madia per sfrondare la pulviscolare galassia delle partecipate pubbliche rischiano di finire anche i centri agroalimentari. Se la riforma della Pa e l’applicazione degli ultimi decreti delegati da parte del governo passerà senza correzioni, gran parte dei mercati all’ingrosso oggi di proprietà di Comuni, Regioni e Camere di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.