Meraviglia Crozza ai tempi degli accampati da talk

Nell’annata in cui tornano tutti, da Heather Parisi a Giovanni Minoli, Maurizio Crozza se ne va e dopo 10 anni chiude il suo Paese delle meraviglie. Non perché abbia esaurito il ciclo del programma o non lo volessero più a La7. Al contrario, lo vogliono tutti, come si conviene al detentore del monopolio della satira […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.