Meglio ridurre l’Irpef che il cuneo fiscale, ma l’importante è tagliare

Fmi e Commissione chiedono di spostare il peso del fisco dalle persone alle cose ma la ricerca economica offre poche certezze. E quella sulla casa è tra le imposte meno dannose
Meglio ridurre l’Irpef che il cuneo fiscale, ma l’importante è tagliare

La ricorrente suggestione di spostare il carico fiscale dalle persone alle cose si trova, questa volta, tra le nuove osservazioni del Fondo monetario internazionale. Questa visione del rapporto tra struttura fiscale e crescita economica, dove la seconda sarebbe irrobustita dall’accentuazione delle imposte diverse da quelle sui fattori di produzione, si consolida negli anni Duemila, sulla […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.