Matteo, gli sms e la maggioranza di “lana caprina”

Nell’era dei governi giovani e smart le maggioranze non cambiano con passaggi parlamentari – robe da matusalemme delle Repubbliche che furono – ma via sms. Nessuno stupore: i Consigli dei ministri durano come un coffee-break, mica per niente le leggi si fanno in conferenza stampa, sulle slide, e poi pazienza se i decreti arrivano mesi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.