“Mangiava di nascosto con Bud Spencer. Django? Non gli è mai piaciuto”

La moglie di Sergio: “Veniva scambiato per Leone, ma lui era più brillante”
“Mangiava di nascosto con Bud Spencer. Django? Non gli è mai piaciuto”

Storia di un grande amore. Di cinema, ciak si gira, viaggi, feste, dolori, amicizie, scherzi e follie. Sempre insieme, “per 31 anni non abbiamo mai dormito separati”. Mai. Lui era Sergio Curbucci, classico esempio di “grande” rivalutato dopo, classico esempio di provincialismo italiano, noi a sentirci oggi belli solo perché è arrivato l’estero (vedi Quentin […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.