Mail Box

  La riforma dell’ordinamento e la certezza della pena Gentile Direttore, sulla riforma dell’ordinamento penitenziario sono del tutto legittime critiche mosse da diverse sensibilità. La materia, per la natura tecnica, tende però a essere fraintesa: alcune precisazioni, compatibili con le esigenze editoriali, sono opportune. La sospensione dell’ordine di esecuzione non mina alla radice la certezza […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.