Mail Box

  L’uccisione di Sacko non può rappresentare la normalità Vogliamo esprimere il dolore per la morte del giovane Sacko Soumaila, migrante lavoratore in Calabria nel territorio più difficile dell’intera regione. Non manca in quelle zone la solidarietà, ma non mancano nemmeno criminali, forme varie di razzismo e xenofobia. Troveremo certo il modo per rendere visibile […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.