Mail Box

  Storia di un’escort a domicilio: “Vendo il corpo, non l’anima” Scende da un taxi e si vede subito che lei non è di zona: troppo smart, troppo fashion, ma soprattutto troppo sorridente per venire qui tra gli underdog di periferia. Entra in un alloggio di via Plava a Torino qualche minuto e poi via […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.