Mail Box

Serve fermezza con India ed Egitto, senza calcoli  Agli inizi della vicenda ormai annosa dei due marò, Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, un autista di taxi indiano, alla mia domanda se l’India li avrebbe rimpatriati o fatti giudicare in Italia, mi rispose senza esitazione che evidentemente non conoscevo gli indiani. La risposta lì per lì mi […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.