“Mafia Caporale”: i 130 mila schiavi moderni d’Italia

Dall’agricoltura alle libere professioni, dalla ristorazione all’Università: il mercato del lavoro si è riempito di donne e uomini sfruttati da agenzie che si sono fuse con le più grandi organizzazioni mafiose
“Mafia Caporale”: i 130 mila schiavi moderni d’Italia

Lontano dalle teste i tentacoli si toccano, ma le teste sanno. Sanno sempre tutto”. Le teste di cui parla Leonardo Palmisano nel suo ultimo libro, Mafia caporale, sono quelle di un sistema criminale complesso e spesso invisibile. Il volume, edito da Fandango, esce il 30 marzo e racconta un sistema orizzontale che sfrutta da Nord […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.