M5S parli con l’establishment, però cerchi pure forme nuove

M5S parli con l’establishment, però cerchi pure forme nuove

Il Movimento 5 Stelle ha da sempre un problema con le élite: è nato per sostituirle con le persone comuni. Ma poi ha scelto di entrare in Parlamento, di candidarsi a governare. Quindi deve parlare anche con l’establishment. Non per omologarsi, ma per interagire. Se Luigi Di Maio vuole candidarsi come premier, può e deve […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.