“Ecco la Torino che dice no”, celebra il M5s di Livorno. Ma la foto è quella di piazza della Signoria a Firenze, piena per Matteo Renzi. Svista o stratagemma che fosse, sta di fatto che due giorni fa il Movimento labronico ha infilato una figuraccia rumorosa, postando sul proprio profilo Facebook la foto di una piazza colma per il comizio finale del grande avversario, spacciandola per piazza San Carlo a Torino, dove venerdì Grillo e i parlamentari hanno chiuso la campagna per il referendum. Errore facilmente riconoscibile, anche dagli utenti del profilo dei pentastellati livornesi, che hanno subito invocato la correzione. Ma ci sono volute ore perché il post venisse rimosso. E nel frattempo il Pd e tanti utenti del web hanno infierito contro il M5s. Ieri sera, le scuse sul profilo: “Ci scusiamo per la gaffe relativa alla foto della piazza di Firenze. Niente bufale o complotti, ma un semplice errore dovuto alla selezione della foto dalla cartella. Dopo mesi di campagna elettorale a battere il territorio palmo a palmo la stanchezza monta e una gaffe può scappare”.