M5S e Lega insistono: “Boeri si dimetta”. Di Maio: “Insulta, ma non posso cacciarlo”

M5S e Lega insistono: “Boeri si dimetta”. Di Maio: “Insulta, ma non posso cacciarlo”

Dopo le “espressioni fuori luogo” con cui Palazzo Chigi ha censurato l’audizione di Tito Boeri alla Camera tra l’irrisione a Luigi Di Maio e un oscuro riferimento alle polemiche con Matteo Salvini inaccettabili perché minerebbero la sua “sicurezza personale”, il presidente dell’Inps è definitivamente finito nel mirino della maggioranza. Ieri il capogruppo M5S a Montecitorio […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.