“L’uomo nero” post-Obama e l’arroganza della ricchezza

Il falso profeta miliardario ha illuso una parte degli americani che aspetteranno invano che il loro leader li salvi dalla globalizzazione che invece gli dà forza
“L’uomo nero” post-Obama e l’arroganza della ricchezza

C’è un’America dentro l’America, come qualcuno abbracciato a se stesso, scosso da un brivido di stupore, scivolato sull’orlo di un rischio mortale. D’ora in poi ogni mossa è quella sbagliata. La ragione è che gli Usa sono stati guidati per due mandati da un presidente che ha portato il Paese a un punto di benessere. […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.