L’ultimo Bugo: più Battisti e meno emozioni forti

L’ultimo Bugo: più Battisti e meno emozioni forti

Fantautore, casalingo stralunato; poi l’India, l’amour, la fase da Beck del novarese, l’estero, un po’ tanta normalizzazione…Bugo, l’autore polistrumentista da giornate lebowskiane, ora ha la barbetta e l’esperienza necessaria per far sapere al mondo trepidante (Italia indie) che torna sulle scene con un cd. Nessuna scala da salire non ha la spontaneità balorda dei primi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.