L’ultimo azzardo di Draghi: meno soldi ma più tempo

Da aprile 2017 gli acquisti mensili di titoli fatti dalla Bce passano da 80 a 60 miliardi. Ma il programma straordinario continua. I mercati vedono il bicchiere mezzo pieno
L’ultimo azzardo di Draghi: meno soldi ma più tempo

Mario Draghi torna a fare quello che sa fare meglio, ipnotizzare i mercati, influenzarne le tendenze con le parole, molto più che con il denaro: ieri il Consiglio direttivo della Banca centrale europea ha comunicato che il programma di acquisti straordinari di titoli per 80 miliardi di dollari al mese proseguirà fino a marzo 2017. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.