L’ultima coltellata al rivale in amore: così finisce un boss

Reggente e poi nemico di Felice Maniero, arrestato a 69 anni per l’omicidio di un sodale che si era legato alla sua ex
L’ultima coltellata al rivale in amore: così finisce un boss

Lo ha gridato più volte: “Te copo, te copo!”. Poi il coltello è affondato nella carne. E Alessandro Lovisetto è caduto a terra, con il collo che si apriva come un fiore rosso scarlatto. Silvano Maritan ha guardato ancora una volta quel suo coltello con lama, cacciavite, apribottiglia, cavatappi. Utile per molti lavori. Anche quello […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.