L’ossessione di Hitler per le reliquie della Croce: chiodi, spine e lancia

Il teo-thriller di Glenn Cooper e l’obiettivo nazista di un “cristianesimo positivo” con Gesù ariano

Quanti papi da fiction, tra teo-thriller e serie tv. L’ultimo, in ordine di apparizione, ha un nome impegnativo: Celestino sesto, ideale successore del povero frate eremita che dal trono di Pietro si dimise, “colui che per viltade fece il gran rifiuto” vergò Dante, come poi ha fatto anche il teutonico Ratzinger in tempi più recenti. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.