L’odissea di Omar, perseguitato dal terrore

Il profugo - Studente, era scappato dalla Siria per evitare le bombe: le ha trovate in Spagna
L’odissea di Omar, perseguitato dal terrore

“Quando l’ho saputo dalla telefonata di un amico di Barcellona a conoscenza del mio nuovo lavoro come cameriere in un ristorante vicino alle Ramblas, mi è crollato il mondo addosso. In questi otto mesi avevo tentato in tutti i modi di essere ottimista, di lasciarmi alle spalle le mostruosità che avevo vissuto in Siria, il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.