Lo smartphone al volante è pericolo costante (di galera)

La legge sull’omicidio stradale prevede: ritiro della patente e 5 anni di carcere per lesioni, 15 per omicidio, 30 se fuggite. Quindi è ancor più giusto rinunciare al cellulare
Lo smartphone al volante è pericolo costante (di galera)

Tutta colpa di quell’auricolare arrotolato che diventa un gomitolo impossibile da sciogliere, specie quando si ha fretta. In questi casi capita spesso che ci si limiti a tirare a malapena fuori uno dei due capi, e si tenti la telefonata con un orecchio, guidando con la testa mezza piegata, che altrimenti l’auricolare si stacca. Ma […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.