Lo ius imaginum e lo scandaloso blasone dei Riina

“Quando si celebra in Roma il funerale di un cittadino illustre, questi è portato con ogni pompa nel foro presso i rostri (…). Alla presenza di tutto il popolo, un suo figlio maggiorenne (…) sale sulla tribuna e parla del valore del morto e delle imprese che egli ha compiuto (…). Dopo la sepoltura e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.