Livorno e Gioia Tauro città del narcotraffico. Diciotto arresti

Livorno e Gioia Tauro città del narcotraffico. Diciotto arresti

Un super traffico di cocaina tra il Sudamerica e l’Italia. La droga arrivava nel porto di Gioia Tauro ma soprattutto in quello di Livorno dove il clan Bellocco di Rosarno poteva usufruire di una struttura che aveva il compito di fare uscire lo stupefacente dallo scalo. Su richiesta del procuratore di Reggio Calabria e dei […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.