L’Italia e la criminalità dei potenti

Anni Settanta - Complicità, deviazioni, depistaggi e reticenze dal cuore dello Stato ai tribunali
L’Italia e la criminalità dei potenti

Gli “Anni Settanta” (si legge nel bel libro di Giovanni Moro) sono caratterizzati dalla compresenza di elementi assai diversi: “Bombe e riforme, violenza e partecipazione popolare, terrorismo e pratiche democratiche diffuse, contorcimenti della vita politica e chiare prese di posizione degli elettori”. Una realtà di “tante speranze e tante tempeste”. In quel periodo la violenza […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.