L’istrione del secolo

“Voglio esibirmi fino ai 100. A Dio canterò ciò che vorrà”
L’istrione del secolo

Estate 2010. A una serata di gala a Milano, Berlusconi fa il ganassa. Memore dei suoi fasti da chansonnier da crociera, chiede ad Aznavour il privilegio di un duetto. Imbarazzo, poi il cordiale rifiuto, motivato con un “Silvio, tu sei più sul versante Trenet”. Il Cav. incassa, ma sussurra ai convitati: “A Charles è andata […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.