L’Isis che rivendica non è più credibile

L’esperto - Lo sciacallo dell’orrore ci mette la firma, ma sono cani sciolti, pazzi (e non è una buona notizia)
L’Isis che rivendica non è più credibile

È difficile commentare un evento come l’attacco di Manchester. Ma dobbiamo reagire con razionalità alla vigliaccheria che ci vorrebbe ammutoliti o isterici in preda al panico. L’attacco ha voluto colpire ragazzi e ha scelto un evento unico, un raduno di adolescenti per il concerto di un idolo pop fabbricato giusto per loro. Un portavoce dell’Isis […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.