L’intreccio dei fondi pubblici ai giornali: come sono e saranno

Facciamo i conti - Il sistema dei finanziamenti dopo l’annuncio del neo sottosegretario all’Editoria
L’intreccio dei fondi pubblici ai giornali: come sono e saranno

Vito Crimi è il sottosegretario, in quota Cinque Stelle, all’editoria. In una intervista, ha rilanciato l’intenzione di rivedere il sistema dei contributi all’editoria in Italia: diretti, indiretti e anche quelli che arrivano ai giornali grazie all’obbligo di pubblicazione dei bandi di gara. Ieri, il direttore di Repubblica, Mario Calabresi, ha sottolineato come i maggiori giornali […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.