L’Inganno dei politici ai danni del Sudtirolo ribelle e identitario

Il romanzo di Lilli Gruber, terzo atto di una saga familiare, indaga la storia recente di quello “sperduto fazzoletto di terra tra le Alpi” che fu laboratorio della strategia della tensione
L’Inganno dei politici ai danni del Sudtirolo ribelle e identitario

Chiede Lilli Gruber: “Il Sudtirolo fu quindi, come ritengono diversi storici e testimoni, un laboratorio per la strategia della tensione?”. Giorgio Napolitano annuisce: “Questo credo sia fondato dirlo, perché in nessun altro punto d’Italia si sfidò l’autorità dello Stato, l’ordine pubblico e qualsiasi principio di sicurezza, anche per le vite dei cittadini. Lì fu il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.