L’incubo Kazzenger adesso arriva porta a porta

Da qualche giorno quando squilla il campanello di casa mi nascondo. Temo una visita di Roberto Giacobbo con cameraman al seguito. È vero che nessuno lo ha invitato, ma questo non significa nulla. Giacobbo arriva ovunque, non lo ferma nessuno, più il luogo è impervio più è pane per i suoi denti. Il rischio che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.