“Life”, la prima fantascienza dell’era spaziale trumpiana

Nessuna velleità autoriale, ma piena aderenza al genere: strizza l’occhio a “Passengers”, “Alien” e (magari) “2001” di Kubrick. E brinda al protezionismo
“Life”, la prima fantascienza dell’era spaziale trumpiana

La prima fantascienza trumpiana. Improbabile che un film uscito solo quattro mesi e mezzo dopo le elezioni presidenziali americane possa scientemente fregiarsi dell’attributo, ma tant’è: Life – Non oltrepassare il limite è intimamente, ineludibilmente e ineluttabilmente trumpiano. Non avevamo ancora finito di plaudire al ritorno alla science fiction umanista con Arrival di Denis Villeneuve – il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.